?

Log in

No account? Create an account
 
 
15 November 2013 @ 05:47 pm
[Supernatural] Five Senses || #01. Olfatto  
Characters: Castiel; Sam Winchester; Dean Winchester; Uriel;
Pairing: Castiel/Sam {pre-sastiel}
Rating: pg-13
Genre: introspettivo
Warning: slash
Words: 379
Note: Sono cinque flashfic ambientate in cinque episodi tra la season 4 e la season 6. Cinque minuscole rivisitazioni in chiave sastiel, di altrettanto minuscoli momenti, tutte dal pov di Castiel.
Disclaimers: I personaggi di Supernatural appartengono a chi di diritto.
Capitoli precedenti: 01
{ Olfatto }
4x07: It's the Great Pumpkin, Sam Winchester

Castiel aspira profondamente l’aria che riempie la stanza del motel, all’entrata di Dean Winchester e di suo fratello Sam.
Riesce a sentire l’odore di stelle, di luce, di sole e di eternità che ammanta il tramite umano di Uriel; l’odore delle anime dei due Winchester, invece, è così sottile che deve prendersi tempo per percepirlo completamente ed è quello di Dean, il primo che riconosce. Il suo corpo ha l’odore di un’anima che, dopo averla trascinata fuori dall’Inferno, mentre i suoi fratelli gli liberavano la strada, tenendo a bada dannati, demoni e cani infernali, riconoscerebbe ovunque. È un’anima ferita dai morsi della vita, la cui luce è altalenante, fioca, intensa, fievole, forte; è l’anima di un umano che combatte ed è stanco di farlo, profuma di sangue versato, di carne bruciata, di ossa rotte, di giustizia e ha tracce di paradiso, all’altezza della spalla.
E poi profuma di pie.
L’anima dell’Uomo Giusto, profuma di pie.
Curioso.
«È un onore, davvero, ho – ho sentito parlare molto di te.»
Castiel abbassa gli occhi sulla mano tesa di Sam Winchester, le dita sono lunghe e si tendono in un cenno impaziente. Non la stringe subito, una parte di sé non vuole farlo, non vuole essere sporcato da quell’umano, dai suoi peccati e dal suo sangue. Lo percepisce nel fastidio che punzecchia la propria Grazia e lo sente riempire l’aria, con lo stesso fetore dei demoni appena nati, che ancora devono affacciarsi agli occhi dell’umano posseduto ed aprirli per la prima volta.
Castiel non vuole stringere la mano di Sam Winchester – nessun angelo lo vorrebbe.
Pensa di tirarsi indietro, dargli le spalle, tornare a rivolgersi solo al Fratello Giusto, quando, delicato come la scia di una farfalla, un profumo flebile pizzica le narici dell’Angelo. Si fa più attento a quell’odore, lo cerca, lo rincorre, ritrovandolo negli occhi di Sam Winchester, nella sua anima; è un odore semplice, come quello di sapone, di pioggia o dell’erba appena tagliata. È dolce senza essere invadente, malinconico, riservato, triste.
Solo quando la propria mano viene stretta tra le dita dell’umano, Castiel si rende conto di cos’ha appena fatto.
«Sam Winchester.» annuncia, il tono solenne, entrambe mani che raccolgono quella del cacciatore, in un tocco intimo «Il ragazzo con il sangue di un demone.»
E l’odore di fede.
 
 
Current Mood: sicksick
Current Music: I see Fire - Ed Sheeran