?

Log in

No account? Create an account
 
 
16 April 2013 @ 07:43 pm
[Team Free Folly] Me and the Hunter ~ Another time. Another life. (5)  
Dedicated to: rainstormgirl
I personaggi realmente esistenti appartengono a loro stessi; location e quant'altro sono totalmente inventati. Supernatural e i suoi pg appartengono a chi di diritto.
Another time. Another life.
O anche: Quando un uomo ha ogni dote possibile...
Ci sono serate frenetiche in cui le ore si rincorrono velocemente senza alcuna sosta, serate frettolose fatte di piatti da lavare, panni da stirare, doccia al volo, uscite con gli amici, anniversari da festeggiare o articoli da correggere e risistemare a computer per l'indomani.
E poi, più rare, ci sono le altre sere, quelle lente, in cui il tempo non esiste per voi, racchiusi in una bolla di vetro al di fuori del mondo.
Hai lavato i piatti della cena pigramente, rilassandoti in quei movimenti automatici a cui hai dedicato tutto il tempo necessario, senza alcuna fretta, anche quando Dean si è offerto di aiutarti e, invece, è rimasto tutto il tempo alle tue spalle, stringendoti in un abbraccio e stuzzicandoti l'orecchio con il proprio fiato, con "Perfino alle prese con i piatti sei sexy, Signora Winchester" e con tanti piccoli baci schioccati sul lobo e lungo il collo.
Ci sono voluti almeno venti minuti in più del previsto e un cambio di camicia per lui, dopo avergliela bagnata con una strizzata di spugna per dispetto.
Quando torna dalla stanza, imbraccia una chitarra, è vecchia, ha visto gli anni di quando cacciava con suo fratello, ha visto i vostri anniversari di fidanzamento e quelli di matrimonio, ha visto la nascita di tutta la squadra di piccoli Winchester e Laffitte e la morte degli amici, i primi passi di vostro figlio e la sua prima parola ("pie", un po' deludente considerato che avreste preferito un "mamma" o un "papà", ma, almeno non è stata "sonofabitch"), ha visto i sorrisi e le lacrime e ogni volta che la tira fuori, incastrata tra le sue corde, c'è sempre l'odore ed il suono della nostalgia.
Jonathan scatta in piedi, abbandonando il G.I.Joe con cui stava interrogando Bond per fargli confessare il delitto di un povero orsetto senza un occhio, e durioso come solo i bambini sanno essere, rincorre suo padre, ammirando la chitarra.
«Quand'è che insegni a suonarla anche a me, daddy?» chiede, saltellandogli intorno.
«Magari dopo.» risponde lui, con un occhiolino verso il piccolo e un sorriso verso di te, che ti liberi del grembiule per raggiungerlo in salotto.
E' da tanto che non la suona, non sai nemmeno perchè abbia smesso, ma è anche vero che non è mai stato esattamente un tipo da sonate sulla spiaggia di fronte ad un falò, quando tu e le tue amiche gliel'avete regalata per compleanno -tanto tempo fa, davvero tanto, e per un attimo ti sembra addirittura troppo- non pensavi l'avrebbe apprezzata tanto.
Invece gli è piaciuta da subito e, anche se lo fa poco (perchè Dean Winchester non si fa coinvolgere da sentimentalismi e cazzate varie che a lui piace credere), gli piace sedersi sullo sgabello recuperato dal bancone della cucina, che ha sistemato davanti al divano, e osservare i vostri occhi impazienti.
Cause I’m all over it,
Angeles

Gli piace far pizzicare le corde della chitarra, facendo vibrare dolcemente le sue note ed allacciandole alla propria voce, in un suono caldo e soffuso che aleggia per tutto il salotto.
E' da così tanto tempo che non lo senti cantare che avevi dimenticato quanto fosse bella la sua voce, sembra far l'amore con ogni parola che scivola morbidamente dalle sue labbra, mentre socchiude gli occhi, tirando un po' indietro la testa e poi in avanti, insieme alle spalle e alla chitarra.
Ti rendi conto in questi momenti che la tua vita è piena di serate frenetiche in cui riesci appena a respirare e serate folli in cui il tempo non si ferma mai.
E poi ci sono sere come questa, in cui Jonathan si arrampica sul divano, puntellando i piedi nudi tra i cuscini -anche se gli avete detto mille volte di non farlo- per farsi strada verso di te e infilarsi tra le tue braccia, ad ascoltare suo padre che suona per la sua piccola famiglia.
Sere come questa, in cui il mondo è fatto della voce di Dean, della testolina di tuo figlio contro la tua spalla e delle note di una chitarra acustica.
So glad to meet you.
Angeles.
 
 
Current Mood: disappointeddisappointed
Current Music: Angeles - Steve Carlson ft Jensen Ackles