?

Log in

No account? Create an account
 
 
20 July 2012 @ 08:25 pm
[100per100] Tweet-Tweet || capitolo 09  
Titolo: Tweet-Tweet
Fandom: Supernatural Rps
Pairing: Jared Padalecki/Misha Collins {mishalecki}
Prompt: 067. Caffè (100 parole); 003. Morte (100 parole); 062. Mai (100 parole); 014. Volare (100 parole); 032. Stringere (200 parole 3/25); 083. Cambiare
Rating: PG
Genre: Comico, Fluff
Warning: Slash
Note: La fic non prenderà in considerazione mogli, figli e compagnia cantando.
Questo verrà ribattezzato come il Capitolo Maledetto, era quasi completo quando il file di word ha deciso di esplodermi tra le mani (?), danneggiarsi e non aprirsi più. Ho dovuto riscriverlo tutto da capo (e non solo io odio tantissimo riscrivere ciò che già per me si può dire concluso, ma non mi ricordavo proprio più niente!) e ancora mi mancano da riscrivere i due seguenti che avevo già buttato giù... sob, dannato karma, che cosa vuoi dirmi, eh? Avrei voluto postarlo ieri, che era anche il compleanno di Jared, ma sono arrivata in ritardo... oh beh. Buon compleanno Jared! Come desiderio, spero tu abbia espresso quello che gli hair-stylist facciano ritornare in auge la tua dannata frangia!
Nota seria e importante del capitolo: la regia conferma che Jarpad è il nick di twitter di Jared Padalecki.
Disclaimer: Gli attori appartengono a loro stessi, tutto quello (o almeno la maggior parte) che verrà scritto è pura fantasia e scritto solo per diletto.
Scritta per la community [info]100per100
Tabella: Here
Capitoli precedenti: 01 - 02 - 03 - 04 - 05 - 06 - 07 - 08 - 09


#067. Caffè
Seduto in salotto, davanti al laptop, con una tazza di caffè in mano, Misha stava digitando i primi twitter della giornata.

Misha Collins @mishacollins
propositi per oggi: 1. Non farsi bulleggiare da Jared; 2. Non ridere alle facce di Jensen; 3. Fottere il pranzo a Jared; 4. Non dimenticarsi le battute;


Sorrise soddisfatto di questi propositi, convinto che questa sarebbe stata la volta buona.

Misha Collins @mishacollins
5. Fare la spesa;


Avvicinò la tazza alle labbra, ingoiandone un lungo sorso, riappoggiandola subito al tavolo con un'espressione stranita.

Misha Collins @mishacollins
Ricordarsi di smettere di comprare il caffè liofilizzato, fa schifo.


#03. Morte
Aveva avuto proprio una pessima idea.
Misha spiava tre metri più in basso, dove Jared lo aspettava per fargli pagare l’avergli rubato -e mangiato!- il pranzo.
«Mishi, ho ucciso per molto meno!» urlò il più alto.
«Tu? Con quella faccia da cagnolino bisognoso di coccole?» rispose lui.
«Non ho la faccia da cagnolino bisognoso di coccole!» riprese Jared, con tanto di broncio, rivolgendosi a Jensen quando il silenzio divenne imbarazzante «Non ho la…»
«Jared, non insistere.»
«Awww…»
Misha sospirò, almeno l’essersi ridotto a fare il gatto salito sull’albero per sfuggire a quel cagnaccio, era servito a resistere all’impulso di coccolarselo.

#062. Mai
Di solito dava volentieri man forte a Jared, c’era un motivo se il mondo li chiamava J2 (a parte la storia delle fic su di loro…), ma alle volte riusciva ad essere così infantile.
«Jared, lascialo perdere, come minimo non sa più come scendere.»
«Never mind.»
Figurati.
«Mishi, almeno tu, comportati da adulto: chiedigli scusa.»
«Mai! Non finché non si inginocchierà al mio cospetto!»
Jensen si trattenne dallo sparare ad entrambi con la Colt dei Winchester infilata alla cintura, non fosse altro perché era finta e non sarebbe servito a niente.
«...vado a prendere una dannata scala...»
Accidenti a loro.

#014. Volare
Iniziava a fare freddo, Misha si strinse nelle spalle, rigirandosi il cellulare tra le mani, scoprendo per caso di avere una notifica su Twitter.

Jarpad @mishacollins
Scendi da lì, idiota, sono stanco di farti da avvoltoio. Facciamo pace.


Stupito, l’uomo reclinò il capo, pensieroso.
«Ti è venuto Castiel in sogno e ti ha detto che anche Misha ha imparato a volare?»
Uno sbuffo seccato e Jared spalancava le braccia. Dannatamente eloquente.
«E' un trucco per farmi schiantare?»
«Muoviti e salta, ti prendo io.»
«...È peggio, vuoi uccidermi con le tue mani.»
«Mishi!»
Whatevà, pensò; si sporse e si lasciò cadere.

#032. Stringere
Come c’era da aspettarsi, Jared non era riuscito a sostenere il peso di Misha e, con la forza di gravità che ci aveva messo lo zampino, erano caduti entrambi a terra.
Nessuno dei due si mosse, il più grande non si era neppure azzardato a respirare, sebbene l'impatto gli avesse sgonfiato completamente i polmoni. Immobile e sdraiato sopra il corpo più ampio del texano, sentiva le sue braccia stringerglisi intorno, mantenendo ancora una presa forte, sicura.
«Mishi…?» lo chiamò Jared, cercando di mascherare la preoccupazione in un tono neutro.
Per qualche istante l’uomo tacque, con il volto premuto al petto del ragazzo ed il rumore del suo cuore che arrivava chiaro ai propri timpani, rimbombando nella cassa toracica così come contro la propria guancia.
«Misha!»
Misha sollevò il capo, spalancando gli occhi troppo blu e troppo intensi.
«Sono vivo.» annunciò solennemente e non sarebbe apparso strano sentirgli aggiungere anche un “Sono l'angelo del Signore”.
Ma Jared sorrise e davanti a quella curva larga, brillante e sincera, Misha credette di essere diventato cieco.
«Su Twitter però scriviamo che ti ho preso al volo e ti ho salvato la vita, vero?»
Lui annuì, con quel sorriso poteva scrivere quello che voleva.

#083. Cambiare
Un sorriso stupidamente l'aveva accompagnato fino a casa, dove il gattino nero continuava a zampettargli intorno.
«Non ora, kitty, sto raggiungendo il Nirvana.» soffiò, riuscendo ancora a sentire il proprio corpo addossato a Jared.
Il cucciolo miagolò.
«Ok, hai fame. Arrivo.»
Ma quando si preparò a dargli da mangiare e preparare la cena, si rese conto del terribile destino che lo attendeva.

Misha Collins @mishacollins
Rivedere assolutamente le priorità della mia vita: PRIMA la spesa, POI tutto quello che riguarda Jared; guardare il tuo gatto che si abbuffa di croccantini mentre tu muori di fame, è una realtà troppo crudele!

 
 
Current Mood: mischievousmischievous