?

Log in

No account? Create an account
 
 
13 June 2012 @ 10:01 pm
[Fai-Rengers] Capitoli: 01 - 04  
Nasce tutto da un'idea: E se i nostri personaggi della land di Fairy Tail, finissero in un crossover con gli Avengers?
Probabilmente non ne uscirebbe nulla di serio, di fatti, si tratta di scemenze una dopo l'altra, piccole drabble, flashfic, buttate lì solo per fare qualche risata.
The Avengers appartiene a chi di diritto
I Personaggi del gdr di Fairy Tail sono dei rispettivi player.
Fai-Rengers
{01-04}


01. Fairy Tail + Nick Fury
Il portale, attivato dal Tesseract, aveva permesso l’accesso a Loki di Asgard, ma con lui erano giunti altri Stranieri da un mondo sconosciuto. Cinque figure -ragazzi?- dall’aria confusa bisbigliavano tra loro, straniti dagli edifici che si stagliavano sulle strade di Manhattan, tanto quanto gli uomini dello S.H.I.E.L.D. di Nick Fury si erano sorpresi a vederli comparire dal nulla, proprio davanti ai veicoli che lasciavano la base.
I fucili erano puntati contro i cinque, circondati, ogni via di fuga dalla 44° era stata sbarrata.
Tra gli uomini armati e in divisa, i passi scanditi dagli anfibi di Fury risuonarono pesantemente, quando si mostrò ai loro occhi.
«Chi è il capo tra voi?» domandò. La voce decisa, il tono secco, come l'occhiata indagatrice che tirò in loro direzione, quasi a sparare un proiettile invisibile tra i loro occhi.
Fuyuki fu la prima a farsi avanti, sorridendo sfrontata e scoccando la lingua contro il palato.
«Eccomi.»
L’uomo la guardò a lungo.
«Dico sul serio.»
«Ehi!»
«Lasciate perdere la cretinetta» soffiò Kuro, avanzando dopo di lei, stizzito «comando io.»
L’unico occhio sano del Direttore lo osservò con circospetta attenzione, fece per dire qualcosa, poi si stropicciò l’occhio e, constatato che il gatto parlante non fosse un’allucinazione, scosse il capo passando di nuovo oltre, scivolando su un volto identico a quello della prima ragazza e su una terza dai capelli violacei, per poi fermarsi, finalmente sull’unico uomo della combriccola: Ares.
«BUUUOOOOOORP!»
…Che non fece una grande impressione, costringendo il Direttore a tornare su Fuyuki.
«A-ah! Adesso ti vado bene, eh, Capitan Harlock?»
«D’accordo, portateli sulla portaerei e chiudeteli in cella, non sembrano una gran minaccia.»
Difficile credere che un mucchio di deficienti di quella risma fosse il team di punta della gilda più potente di Fiore…
~


02. Fairy Tail + Loki Laufeyson
«Voglio il mio avvocato! Mi avete sentito?!»
Urlava Fuyuki, prendendo a calci il vetro antiproiettile (e anti-tutto) dietro cui li avevano rinchiusi.
«Non potete tenermi qui, nel mio mondo sono una persona importante, io! Ho i miei diritti!»
«L’UNICO DIRITTO CHE HAI E’ QUELLO DI STARE IN SILENZIO, IMBECILLE!» il ruggito di Kuro quasi la fece volare via, dalla parte opposta dell’enorme cella trasparente. Fortunatamente tanto bastò per farle chiudere la bocca per un po’.
«Ciao signore, scusa per il casino, è che siamo appena arrivati. Siamo i nuovi coinquilini.»
E farla invece aprire alla Sorella, che sorrideva cordiale verso uno strano figuro oltre il vetro, prigioniero anch’egli di una cella molto più grossa e resistente della loro e vestito da abiti strani.
«Non è che per caso sai quando servono da mangiare? È che abbiamo tutti saltato la merenda di metà pomeriggio…»
A queste parole, Ares, Fuyuki, Kuro e Linnea boccheggiarono, rifiutandosi di credere che Deirdre stesse davvero blaterando di merende varie e facendo amicizia con altri detenuti.
«Dee, io non credo che dovresti… cioè, potrebbe essere pericoloso…» cercò di intervenire Linnea, con la pazienza di una santa.
«Lin, non puoi discriminarlo solo perché è in una prigione, potrebbe essere una brava persona, proprio come noi!» rimbrottò con un tenero broncio, in direzione della Maga Stellare.
Linnea sospirò, scuotendo il capo, incapace di ribattere davanti al candore della nakama che, di nuovo, si rivolse allo sconosciuto.
«Io mi chiamo Dee e questi sono i miei nakama.» si presentò, piena di buoni propositi. «Tu come ti chiami?»
Lo sconosciuto raddrizzò la schiena, con gli occhi che fissavano il gruppo ed un sorriso sottile a piegargli sinistramente le labbra.
«Il mio nome è Loki, Dio di Asgard. Sono qui per far inginocchiare al mio cospetto la razza umana e condurla fuori dalla sua miseria, verso un’era di luce da me governata.»
«…ah...»
Magari quel tale non era esattamente una brava persona come loro
~


03. Fairy Tail + The Avengers
Gli Stranieri erano stati condotti nella Sala Riunioni, sotto gli occhi attenti di coloro che erano stati chiamati per far parte del gruppo degli Avengers e salvare così il mondo dalla minaccia aliena.
Seduto al grosso tavolo, Fury li studiava tutti con l’unico occhio rimasto, tamburellando con le dita sulla superficie di vetro.
«Allora, iniziamo con le domande facili: Chi diavolo siete voi?»
Fuyuki iniziò a saltellare intorno al tavolo con il braccio sollevato.
«Io! Io! Questa la so io! I-umpf! Mhmmm! Mhmmmm!»
E subito dopo venne acchiappata da Ares che le piazzò entrambe le mani in faccia, per tapparle la bocca e farla tacere una buona volta.
«Non datele retta, ha battuto la testa quando siamo arrivati qui.» grugnì «Piuttosto, che si deve fare per avere una sigaretta in questo posto?»
«Non mi sembra tu sia nella posizione di fare richieste.»
A parlare era stato un uomo biondo, massiccio e dall’espressione orgogliosa di un soldato al servizio di una Causa più grande.
Ares inarcò un sopracciglio, osservando lui e la bizzarra tutina in cui era infilato.
«E tu cosa sei, la mascotte di questi sfigati? Se ti schiaccio la pancia ti metti anche a blaterare slogan contro il fumo?»
«Ares, non cominciare a litigare, non voglio tornare in quella prigione per colpa del tuo caratteraccio!» sbottò Linnea, redarguendolo con l’indice che si muoveva contro di lui, prima di rendersi conto di qualcosa di ben più importante.
«Ehm, Ares…»
«Sì, sì, non rompere, ho capito.»
«No, intendevo…»
«Cosa?!»
«Fuu!»
«Che?»
«Fuu!»
«Vogliamo continuare così per molto?»
«La stai soffocando!»
«…oh…»
Si accorse appena in tempo di star ancora tappando bocca e naso alla Manipolatrice dell’acqua che agitava le braccia ormai cianotica.
«Su, su, quel che non ti uccide, ti fortifica.» borbottò lui, liberandola con una scrollata di spalle ed il solito tatto da elefante.
L’uomo biondo, che, insieme agli altri aveva assistito a quella scena, si rivolse allucinato verso Fury.
«Direttore, questi non hanno pietà neppure tra di loro…»
~


04. Linnea Winter + Nick Fury
«Tu, ragazza, mi sembri la più ragionevole. Ricominciamo da capo e, questa volta, mi aspetto collaborazione.»
Secondo round.
Questa volta il Direttore aveva pensato bene di concentrarsi su quella che sembrava la più normale del gruppo di Stranieri giunti dal portale: Miss Aubergine.
«E dopo ci lascerete liberi?»
«Dipende dalle tue risposte, Linnea.»
Di buono c’era che, perlomeno, aveva imparato il nome della ragazza.
«Chi vi ha mandato nel nostro mondo?»
«Nessuno, un portale si è aperto all’improvviso nella nostra Gilda e un momento dopo ci siamo tutti ritrovati in quella strada, con voi ed i vostri fucili.» rispose lei, arrotolandosi nervosamente una ciocca dei capelli viola sull’indice.
«Gilda? Che cos’è, una sorta di organizzazione armata del vostro mondo?»
«No, è la Gilda di Fairy Tail… come dire… un’enorme famiglia composta dai maghi più forti di Fiore.»
«Famiglia?»
«Sì.»
«Di Fiore?»
«Giusto.»
«E voi siete di una gilda chiamata “Coda di Fata”?»
«Esatto.»
Fury digrignò i denti, con la pazienza ormai al limite.
«Mi stai prendendo in giro, ragazza?»
«Certo che no!»
«E pretendi che mi beva questa assurdità?»
«Le faccio notare che non siamo noi quelli ad avere un tizio che va in giro col mantello ed uno con un costume da lacryranger mancato…»
Il Direttore dello S.H.I.E.L.D. tossì, schiarendosi la voce.
«…Fairy Tail, eh? Interessante.»
 
 
Current Mood: ecstaticecstatic