?

Log in

No account? Create an account
 
 
28 September 2010 @ 02:18 pm
[Magic Knight Rayearth] Bewteen iron giants  
Titolo: Bewteen iron giants
Serie: Magic Knight Rayearth
Rating: PG
Gentere: Introspective
Character: Eagle Vision, Lantis
Pairing: LantisxEagle
Conteggio parole: 300
Challenge: Challenge special#8it100
Prompt: Campo
Significato: 2
Warning: Slash

Il campo d'addestramento distava un paio d'ore dal Palazzo del Presidente in cui era ospite.
Più di una volta aveva visto la figura elegante di Eagle scomparire verso il parcheggio delle moto volanti e poi schizzare in groppa ad una di queste.
Il fatto che lo seguisse era naturale, non aveva mai riflettuto sul perché si sentisse in dovere di prendere a propria volta una moto, accenderla, cercare di capire come diavolo funzionasse e, magari, rimanerci anche attaccato per non precipitare.
Era una questione di fascino.
Dell'attrazione magnetica che Eagle esercitava su di lui.
Forse solo curiosità.
Perse d'importanza una volta che negli occhi zaffirini si specchiarono le enormi costruzioni di metallo ed energia mentale che riempivano il campo d'addestramento.
Atterrato al cancello automatico, rimasto aperto sbadatamente -davvero?- da Eagle, entrò di corsa per non perderlo di vista, rendendosi subito conto dell'immensità del luogo e dei suoi robot.
Sembravano montagne a riposo, alti quanto i palazzi che riempivano il mondo grigio di Ootozam, tutti così simili mentre, inginocchiati, se ne stavano in attesa di essere risvegliati.
Trattenne il fiato quando Eagle avanzò tra tutti quei giganti e, per un attimo, non poté fare a meno di ammirare la grandezza di quel ragazzo tanto giovane.
«Che ne dici, Lantis...»
Non si aspettava di sentirlo parlare, ma ancora meno si aspettò di vederlo voltarsi per rivolgergli un sorriso malizioso. Sapeva che lo aveva seguito.
«Ti va un po' di esercizio?» domandò.
«Non credo di essere in grado di pilotare questi affari.»
La voce di Lantis era diversa da quella di Eagle. Più profonda. Più adulta.
Ma quando vide la mano del Principe di Ootosam tesa verso di lui ed il sorriso rassicurante piegargli le labbra, si sentì piccolo.

«Ti insegnerò io.»

Si sentì come quei giganti di ferro inchinati innanzi a lui.
 
 
Current Mood: uncomfortableuncomfortable
Current Music: 3 Doors Down - Behind Those Eyes