?

Log in

No account? Create an account
 
 
20 May 2009 @ 08:19 pm
[Drabble] Final Fantasy VII  
Titolo: Born to be a fool
Serie: Final Fantasy VII
Character: Sephiroth
Pairing: //
Rating: Nc-14
Challenge: Special #4@it100
Prompt: Rivelazione
Conteggio Parole: 200
Note: Seph e Zax sono i miei personaggi preferiti di tutto il mondo FF, e su questo non ci piove. Ancora di più però adoro la pazzia di Sephiroth*_*… anche se a causa di ciò non si è goduto appieno la sua luv-luv-story con Zaxie>_>. In ogni caso la drabble si basa sul momento in cui Sephiroth a Nibelheim scopre di non essere esattamente quel figo d’uomo che credeva e da lì prende piede la sua strage.

La sensazione della carta ruvida sotto ai polpastrelli.
L’odore di chiuso e di polvere unito all’olio della lampada poggiata ad uno dei tavoli.
Lettere d’inchiostro tra le mani.
Tutto per cosa?
Conoscenza.
Risposte a domande, sempre le stesse, che martellano incessantemente nell’insonnia della sua ossessione.
Chi sono?
ChiChiChi.
No.
Non Chi.
Cosa
Sono?

Avido si ciba di una lettera dopo l’altra, risucchiandola nella propria mente e depositandola intorno ad un cervello che non resiste.
E’ troppo.
Anche per lui.
Non avrebbe dovuto sapere.
Mai.
Che non c’è un vero cuore a sanguinare di delusione e confusione nel suo petto.
Che non sono umani occhi come i suoi, mentre ferini si accendono di disgusto.
Odio.
Voglio
Ucciderli
Tutti.

Fino a quando non saprà per certo chi sia e quale mostruosa perversione lo abbia creato.
Una per una cadono le certezze, cedono le fondamenta di un passato rinnegato, cancellati i ricordi, sopraffatti dalla follia.
Pazzo!
Mentre getta contro gli scaffali la lampada ad olio, ordinando al fuoco di accrescere la sua ira. Mentre sguaina Masamune e ad ogni passo dietro di sé abbandona cadaveri in un oceano scarlatto.
Pazzo!
Per diritto di nascita.
Per eredità di geni.
Pazzo. Fin oltre alla morte.

Titolo: That’s ok
Serie: Final Fantasy VII: Crisis Core
Rating: Nc-18
Character: Sephiroth, Zax Fair (O Zack, se preferite)
Pairing: SephirothxZax
Conteggio Parole: 300
Prompt: Bianco/Nero
Warning: yaoi
[12/12] Oh yessa! Primo check point raggiunto, ed ora via verso il traguardo dei 24 XD!

Le mani di Sephiroth.
Ovunque.
Respirare il suo stesso odore. Vivere delle sue carezze. Gentili, audaci, violente, dolci.
Interminabili.
Mani sul corpo. Bocca sulla pelle.
Ossigeno liquido e bollente.
Lo sguardo del Generale, accecante.
Lance di smeraldo e acquamarina.
Spinge.
Dentro di lui.
Flash bianchi.
Cervello che cola dalla bocca in ansimi rotti.
Capelli sparpagliati sul cuscino, o sul materasso.
E il cuscino?
Andato.
Non importa.
«Seph…»
«Taci.»
Catrame tra i capelli. Nero notte bagnato di sudore.
Argento trattenuto dalle dita alla nuca di Sephiroth.
Bianco e Nero mischiati all’infinito.
«Ti prego.»
«Cosa?»
Non lo sa.
Non importa.
«Ti prego…»
Basta che continui.
La voce del ragazzo si perde nella bocca dell’uomo. Tra baci e morsi. Lingua contro lingua. Con il suo sapore sulle labbra ed il suo odore addosso.
Languidamente perduto nel suo corpo.
Si struscia su di lui, agognando le sue spinte, la sua invasione, che affonda nel calore di Zax.
Duro. Veloce. Prepotente.
Ancorancorancora.
«Ti prego… Ti prego… Seph… Ti prego…»
Si muovono insieme, aggrovigliati tra lenzuola bianche. O nere.
È tutto così uguale.
Spento.
In confronto alle sensazioni amplificate: dolore, piacere, eccitazione.
Estasi.
Un’ultima spinta.
Lo sente.
Dentro.
In esplosioni bianche e nere.
«Seph…» quasi non respira.
Morirà così?
Se anche fosse, è ok.
«Cosa?»
«Non lo so…»
«Allora smettila di parlare.»
«Ma»
«No.»
Umido.
Tra le gambe.
E anche altrove.
Zax sorride, sdraiato nel letto. O per terra. Il luogo è indifferente.
I muscoli ancora tesi per lo sforzo, la testa riempita della presenza di Sephiroth.
Dentro di lui.
Le braccia del generale lo stringono.
Le dita lo sfiorano, in basso, strappando altri gemiti.
Déi.
«Seph…»
Non imparerà mai.
È più forte di lui.
«Zax se non taci giuro che»
«Ti amo.»
«Idiota.»
Tace.
Tacciono.
Un cuore in due.
Lo ama.
E questo è ok.
 
 
Current Mood: blankblank