Caith Vision (caith_vision) wrote,
Caith Vision
caith_vision

[Haikyuu!!] A love born from concrete

Character: Shouyou Hinata; Wakatoshi Ushijima
Pairing: Ushijima/Hinata { ushihina }
Rating: PG
Genre: romantico;

Warning: slash;
Note: Io l'avevo detto che Wakatoshi-kun mi ha dato alla testa, lo sapevo che era solo questione di tempo prima che mi buttassi su un pair adorabilmente improbabile e che nessuno mai si filerà. Ma non poteva andare diversamente e i due event mi hanno dato la spinta finale.
Scritta per: la Drabble Day di Writer's Wing - prompt: sorriso & per il The Sprint Run - I edizione @Piume d'Ottone; prompt: 2. sciarpa; 24. ombrello


01. Alla fine del sentiero (prompt: sorriso, sciarpa, ombrello - 110w)
La sciarpa è un serpente di lana zuppo d’acqua; avvolge il collo e cola pioggia.
Hinata corre e non gl’importa.
Passa sotto una foresta d’ombrelli colorati che mostrano la via più veloce.
La mèta vicina. E lui alla fine del sentiero, quando gl’ombrelli spariscono e rimane solo lo scroscio grigio. Immerso nella bolla giallastra dei lampioni, Wakatoshi è un volto di granito.
«Avevo detto di non venire» sibila.
Ma Hinata sorride – è una nova in miniatura che sfida il maltempo e risplende a prepotenza.
Wakatoshi sbuffa, spalanca braccia lunghissime.
E il pulcino della Karasuno spicca il volo.
Il loro è un abbraccio bagnato che li getta entrambi a terra.

02. Switch On / Switch Off (prompt: manuale d'istruzioni - 110w)
Shouyou è un’inarrestabile dispenser di parole.
Salta (per meglio dire: rimbalza) sul materasso, una palletta d’energia vestita solo di una maglia gigantesca, un’enormità viola che s’alza e s’abbassa su scattanti gambe nude.
Sono «Gyah!» e «Phwa!», rullii di braccia e descrizioni esagitate in una lingua che, se è davvero giapponese, allora non è lo stesso che conosce Wakatoshi.

«Basta così» decreta il più grande.
Serve un passo per annientare la distanza, un braccio ad afferrare Shouyou alla vita e nessuno sforzo per rovesciarlo sul letto.
In mancanza di un manuale d’istruzioni che indichi come spegnere quel corvetto scalpitante, Wakatoshi può sempre tappargli la bocca con la propria.
Funziona ogni volta.

03. Dance with me (prompt: "balliamo" "non so ballare" - 222w)
La palla stroboscopica fa colare frammenti di luce argentea sulla folla.
I capelli di Shouyou s’accendono come fiamme arancioni; stretto alla mano di Wakatoshi, osserva tutto con occhi grondanti meraviglia.
Satori rovescia indietro la testa, ride sottile e sgomita il fianco del compagno.
«Che t’avevo detto, Wakatoshi-kun? Il gamberetto non sta più nella pelle.» Glielo legge in faccia, quando Hinata strattona la mano e alza il volto – occhi in quelli di Ushijima e un guizzo di lingua.
«Balliamo!»
Wakatoshi esita.
Oh!, Satori se ne accorge ora. Ha fatto errore di calcolo. Non ha pensato che…
Ma Ushijima annuisce e la sala si riempie del grido esultante di un nanerottolo rosso.

Seguire Shouyou funziona fino a un certo punto.
Il ragazzino saltella qua e là in una ridicola danza da granchietto in calore e Wakatoshi, un tronco umano piantato al centro della discoteca, non sa da dove cominciare.
«Japan? Non vuoi più– wah!» Uno spintone trancia la domanda di Hinata.
A fermare la caduta sono le braccia di Wakatoshi – ali d’aquila ripiegate sul ragazzo che lo schiacciano a sé, al sicuro, a imprigionarlo contro al suo petto.
Dondola il corpo, improvvisa un lento su musica j-pop.
«Non so ballare» è la scusa.
Ma sul collo, gli si stampa il sorriso imbarazzato di Shouyou. «Non fa niente, così mi piace di più!»

04. Odi et amo (prompt: profumo amato/odiato - 160w)
A svegliarlo è una manata in faccia.
Kageyama schizza seduto sul futon, sposta il braccio di Hinata e reprime l’istinto omicida che l’assale alla vista del suo volto beato. Come osa dormire?
Una carezza gli risale la coscia; ruvida, intima, si ferma alla curva dell’inguine e solletica la pelle sensibile.
Ruota la testa di scatto, come un corvo che sia stato disturbato.
Tra le lenzuola, occhi d’aquila si spalancano nel buio. «Non dormi?»
«Quel… quell’idiota mi ha svegliato» borbotta imbronciato.
Wakatoshi sorride e il cuore di Tobio va in ebollizione. L’altro non ha bisogno di dire nulla, Tobio si china a baciarlo e la mano di Wakatoshi gli afferra una natica, riportandolo sdraiato su di sé – una guancia poggiata al petto ampio e la fronte a sfiorare quella di Hinata.

Tra le coperte, Kageyama ritrova l’odore dei corpi intrecciati di Wakatoshi e Shouyou, che odia e ama, che vuol sconfiggere e possedere e che, ogni notte, si mescola al proprio.
Tags: [challenge], [contest], [drabble], [piume d'ottone], [the sprint run], [writer's wing], character: shouyou hinata, character: tobio kageyama, character: wakatoshi ushijima, fandom: haikyuu!!
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

  • 0 comments