Caith Vision (caith_vision) wrote,
Caith Vision
caith_vision

[The Avengers] Time to say it { Goodbye }

Character: Steve Rogers; Peggy Carter; James Buchanan Barnes; Natasha Romanoff; Tony Stark;
Pairing: Steve/Peggy { steggy }; Steve/Bucky { stucky }; Steve&Natasha { romanogers - brotp }; Steve&Tony { stony - brotp };
Rating: PG
Genre: angst; introspettivo;
Prompt: fotografia
Words: 111w x 4

Warning: het; slash; missing moments;
Note: La raccolta si compone di quattro drabble abientate in diversi momenti del MCU (da CA:TFA a Endgame); una per ogni persona con cui Steve ha legato e che per un motivo o per l'altro ha perso.
Disclaimers: i personaggi appartengono alla marvel e a chiunque ne abbia diritto.
Scritta per: la Drabble Day di Writer's Wing


PEGGY — CA: TFA
Una foto e brandelli di un articolo. L’ha strappata dalla scrivania del Colonnello e nel cestino ha lasciato i resti di un quotidiano ritagliato.
Dal coperchio della bussola, Peggy lo guarda con occhi di carta, gli sorride con labbra inchiostrate e i suoi capelli odorano delle presse del Brooklyn Eagle. L’ago danza magnetico attirato da lei, spazza ogni indecisione e non manca mai di indicarla – Peggy è il nord della sua bussola, la stella polare dei suoi cieli, la linea dell’equatore che divide in due il cuore di Steve.

«Peggy, ti devo chiedere di rimandare quel ballo.»
Lei era la rotta sulla cartina del mondo che lo avrebbe riportato a casa.

---

BUCKY — CA: TWS
Steve si addormenta nella fotografia del Soldato. Dal dossier di Bucky hanno cancellato lettere sanguinanti di rosso (Deceduto), sostituite con tentacoli cremisi.
Nella foto, però, Bucky ha pelle traslucida, labbra cianotiche e capelli di brina.
Nella foto – nel sogno – Steve batte il pugno all’oblò che incornicia il suo volto e lo chiama con ogni nome con cui la bocca l’abbia mai battezzato. E allora è James di primo nome, Bucky per gli amici, Fratello nella guerra, Compagno nella vita, Amore oltre la morte.
Ma, nella foto, Bucky è un’accusa a occhi chiusi: era suo da averne cura.
Era. E a fare i conti col passato, Steve non ci ha mai guadagnato.

---

NATASHA — ENDGAME
«Ci vediamo tra un minuto.»

E Nat gli ha sorriso fiduciosa – lei che odiava le favole e non credeva nelle storie a lieto fine.
È quella l’ultima cosa che ricorda di lei, come se il tempo fosse rimasto bloccato a quell’istante, scattandole una foto ricordo per l’album che Steve ha nella testa.
Di lei ha immortalato la prima volta che l’ha vista, la prima volta che l’ha salvata, la prima in cui lo ha chiamato amico. Di Natasha ha conservato ogni sorriso, ogni sguardo e quel giorno (ci vediamo tra un minuto) le ha rubato la speranza con uno scatto.

«Ci vediamo tra un minuto.»
Ma il minuto è già passato.

---

TONY — ENDGAME
“A qualsiasi costo” è una frase che subodora la perdita. C’è chi dice che per vincere devi rischiare, per guadagnare spendere, ma per salvare vite di mezzo universo è giusto cederne una in cambio? (Un’altra)
Steve guarda a occhi lucidi il lascito di Tony su tre dimensioni: l’ologramma del lutto.
Ieri era Iron Man, oggi è un eroe, domani sarà un ricordo, e dei più dolorosi.
Così com’ha vissuto, la sua morte lascia il segno – un’arrossata cinquina alla sinistra del petto, uno schiaffo al cuore che ogni giorno colpirà lo stesso punto, con chirurgica precisione.

La registrazione termina.

Applausi, prego.
Abbassate il sipario.
Spegnete le luci.

Iron Man non è più.
Tags: [challenge], [drabble day], [drabble], [writer's wing], character: james buchanan barnes, character: natasha romanoff, character: peggy carter, character: steven rogers, character: tony stark, fandom: the avengers, pairing: steggy, pairing: stucky
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

  • 0 comments