?

Log in

No account? Create an account
 
 
28 February 2018 @ 05:10 pm
[Overwatch] Life of a little Lucio. Sad but true.  
Character: Lúcio Correia dos Santos; Reinhardt Wilhelm; Genji Shimada; Orisa; Torbjörn Lindholm Torretta; Hana Song; Jack Morrison/Soldier: 76; Gabriel Reyes/Reaper; Jesse McCree;
Pairing: //
Rating: PG
Genre: commedia;
Words: 791
Prompt: Missione 2 - Montagna
Note: Flashfic dal lieve sapore autobiografico. Per la cronaca e per i miei fan, ebbene sì, Midisplol è il mio nick nel gioco di Overwatch e dietro si nasconde un'intera giornata passata a dir puttanate insieme a tale Lauhuhu, colpevole, tra le varie cose, di avermi iniziata a questo malefico gioco.
Lo so, lo so, la vita di una Mercy main è, in realtà, ben più dura e crudele di quella di un povero piccolo Lúcio, ma Lúcio è il mio pick quando c'è da curare (e non si sa come, tank o curatore mancano sempre... sonofabitch quindi non è il mio main, ma I feel you brò) e anche se non è il mio main ci sono tante di quelle stronzate che potrebbe raccontare anche lui, che, fatti da parte Mercy, tanto lo sappiamo che Jeff ti odia e verrai nerfata ancora.
Tutti i dialoghi sono rimasti volutamente in inglese, perché sono tutti presi dalle quotes dei personaggi nel gioco. Io ce l'ho in inglese, non ho la più pallida idea di come sia il doppiaggio italiano e cosa, soprattutto, dicano in italiano, né ho intenzione di saperlo. Spero solo di non aver sbagliato la grammatica, ecco.
Disclaimers: I personaggi appartengono a chi di diritto
Scritta per la 7° Settimana del Cow-t8 @lande di fandom


«Look at this team, we gonna do great!»
È un ragazzo ottimista Lúcio, ha pattini ai piedi, musica nel sangue e tanta buona volontà.
Solleva il braccio al cielo e, quando il portellone del Sand Crawler cala per permettere la discesa, chiama l’avanzata a ritmo di progressive house.
I passi pesanti di Reinhardt affondano sulla sabbia dorata del deserto; le spalle enormi, l’armatura possente e lui grande quanto due montagne l’una sull’altra – torre, scudo e riparo dei compagni.
*bang*
Se solo quello scudo lo avesse effettivamente alzato.
New kill: Widowmaker Reinhardt.

~

«Come on. Let’s bring it together!»
È un ragazzo semplice Lúcio, che fa buon viso a cattiva sorte e sorride alle difficoltà.
Avranno perso Reinhardt (non era degno per la conquista del punto A, a quanto pare), ma hanno guadagnato la miglior creazione di Efi. Orisa è la loro nuova montagna, un’immensità a quattro zampe che si tuffa verso l’arco d’ingresso al Mercato di Anubis. Soldier: 76 la affianca a fucile spianato; con lui anche Tracer, McCree e il più giovane degli Shimada.
La barriera di Orisa è un muro trasparente contro cui i colpi degli avversari si infrangono.
«Watch out for that turret!» avverte Lúcio.
Genji, tuttavia, non teme nemico. Balza oltre la barriera e la lama della wakizaki intercetta e riflette ogni colpo della torretta «Umpf, back at you!»
Sono due secondi grandiosi, in cui Lúcio tiene il naso all’insù e l’amplificatore sonico sulle cure.
Un unico proiettile colpisce il ninja. La sua barra HP mutata: 99/100 HP. Una ferita di striscio, nulla più che un graffio. Fiuu.
Eccetto…
«I need healing.»
Lúcio inarca un sopracciglio, fermo esattamente nel punto in cui Genji lo ha lasciato, al sicuro dietro la barriera di Orisa da cui gli spari dei compagni indeboliscono la torretta.
Forse ha sentito male.
«I need healing.»
Forse no.
«I hear you!»
Che, senza troppo girarci intorno, è un invito a raggiungere quel cerchio di luce dorata e curativa di cui il brasiliano è il fulcro.
I balzi di Genji, però, lo portano sempre più in alto, dove la luce di Lúcio non ha modo di arrivare.
«I need –»
«Molten Core!»
*Ta-tam! Ta-tam! Ta-tam!*
– ma i colpi della Torretta livello tre di Torbjörn sì.
New Kill: Turret Genji

~

«Woo, D.Va in the flesh!»
È un ragazzo gioioso Lúcio, che fangirla per Hana, felice di averla in squadra.
Orisa si è disattivata (qualcuno, apparentemente, ha gridato alla noia), ma il mech di D.Va è un coniglio grande quanto una montagna – beh, forse più una collina – e, con un pizzico di fortuna, è certo possano farcela.
«I am ready to activate the Sound Barrier» informa gli altri, pronto per usarla quando, sul punto, la lotta si farà più intensa. Devono solo riuscire ad arrivarci, ma sono insieme, vivi, carichi e il volume dei suoi speaker può ancora essere alzato al massimo.
Ci penserà lui a renderli veloci come il vento.
«Acknowledge.»
Un pollice alzato da Soldier: 76, una schicchera alla tesa del cappello di McCree e un cenno d’intesa di Genji sono il suo OK.
«Defense Matrix activated» e la matrice attiva di D.Va chiama il via.
«Oh, oh, oh, time to accelerate!»
La musica va a tutto volume, il boost è ali ai piedi e vento tra i dreads. I pattini di Lúcio si arrampicano per i muri, per essere ancora più veloce e trascinarli tutti il più avanti possibile.
È il primo a balzare sul punto «time to heal up!» con un cambio di musica che rallenta i battiti e cura gli animi. Ora devono solo combattere.
«I need healing!» «I require healing.» «Need healing!»
Le voci dei compagni, però, vengono da troppo lontano. E quando Lucio si volta a controllare li ritrova ancora sotto l’arco, dove tra le spire di nebbia di Reaper la sua risata si prende gioco di Jack Morrison.
«Group up with me!» li incita Lúcio. Davanti ai suoi occhi un cimitero di croci bianche in critico, intorno sguardi nemici – enormi, armati fino ai denti e perfettamente coordinati.
Quando D.Va perde il suo mech, la fine è imminente e la falce del mietitore non perdona.
*bang bang bang bang*
«DIE! DIE! DIE!»
New kill: Reaper →…o well, I find it easier to tell you that you’re the only one still alive. POTG, I salute you!

~

«And the beat goes on!»
Lúcio è –
*ding: Sombra take the place of Soldier: 76*
*ding: Junkrat take the place of McCree*
*ding: Hanzo take the place of D.Va*
*ding: …no, wait, Genji is still Genji*
«…»
*ding: Lúcio quit the game his life*

[ NEW SMS ]
For: Lauhuhu
From: Midisplol

Fanculo ad Overwatch. Dì a Martina di tenermi un posto in squadra, da domani solo HOTS!