?

Log in

No account? Create an account
 
 
17 February 2018 @ 06:20 pm
[Descendants] You smell like your smiles  
Characters: Carlos De Vil; Ben; Dude;
Pairing: BenxCarlos {benlos};
Rating: PG
Genre: fluff;
Warning: slash;
Words: 321
Disclaimers: I pg appartengono alla Disney
Prompt: Missione Opal - Tra coperte di seta
Warning: slash;
Disclaimers: I personaggi appartengono tutti a me
Scritta per la 5° Settimana del Cow-t8 @lande di fandom


I cieli di Auradon si aprono, attraversati dai lampi bianchi del temporale. Carlos vorrebbe fossero i tuoni in lontananza a svegliarlo con il cuore in bocca e la lingua nello stomaco, non i sogni che, la notte, gli srotolano davanti alle palpebre chiuse le storie d’orrore raccontate dalla bocca di sua madre o i ricordi di un’infanzia infelice che non riesce a dimenticare.
Gli incubi, però, sono sempre pronti a reclamarlo, così come gli echi dell’Isola – si trascinano a lui in bisbigli sottili che gli entrano nei pori della pelle e lo sospingono un passo più vicino alla sua vera casa.
Ci sarà sempre un posto per lui in quella terra senza lieti fine.

«Non riesci a dormire?» Ben lo accoglie sulla porta della stanza. Ha il sorriso quieto di chi attendeva quella visita. Capita spesso, in fondo – più di quanto De Vil dovrebbe, meno di quanto Ben vorrebbe.
«Dude mi ha calciato» Carlos mente con un broncetto imbarazzato e i riccioli bianchi che ricadono sulla fronte. Si sono fatti lunghi e disegnano morbide virgole candide sulla pelle chiara, in cui le lentiggini giocano a nascondino con il buio.
Ben ride. La sua risata è profumo, è sapore, è libertà. È un’isola tutta nuova in cui Carlos cerca rifugio, quando il giovane Re gli prende la mano e lo tira a sé in un abbraccio che lo soffoca e, contemporaneamente, lo porta in salvo.
«Povero piccolo» commenta allegro. E, in realtà, potrebbe essere rivolto a Dude – lo sa che il più piccolo ha mentito, lo ha sempre saputo ogni notte in cui ha bussato alla sua porta e chiesto asilo nel suo letto.
Ce lo guida personalmente, trascinandolo tra coperte calde di seta e tra le proprie braccia.
Carlos chiude gli occhi. Al sicuro in quell'abbraccio di seta e calore, può abbandonare isole ed incubi sul pavimento.
Anche tra quelle lenzuola ci sarà sempre un posto per lui.


Serie: Bad is the new Good