?

Log in

No account? Create an account
 
 
27 May 2016 @ 02:43 am
[Cowt!Verse] Coconut fever  
Characters: Ilyas; Gavriil; Metacomet dell'Incanto; Cyprian della Spada; Lænton;
Pairing: LæntonxIlyas {oneside}; GavriilxIlyas {oneside};
Rating: PG
Genre: Introspettivo; slice of life; fluff;
Words: 393
Prompt: Frutti; 7. Cocco;
Warning: slash; cowt!verse;
Disclaimers: I personaggi sono stati creati dall'illustre trinità di landedifandom.
Ilyas e Gavriil invece sono miei.

Scritta per l'iniziativa Sette giorni e tanti prompt @Torre di carta

Cocco è la nuova varietà di doccia schiuma che Metacomet ha fatto mettere nelle docce dell'esercito, in sostituzione a quelle saponette anonime dall'odore neutro, banale.
Cocco è la fragranza che le unghie di Ilyas cercano disperatamente di grattarsi via dalla pelle, sporcandone il candore di segni rossi.
Cocco è la scia che Gavriil ha seguito fin nelle docce, in cui l'acqua ha smesso di scorrere e l'unico rumore che sente sono i grugniti rabbiosi del ragazzo albino. Ha appena il tempo di ammirarne la schiena nuda e sottile, le gambe snelle, il disegno morbido, femmineo, e i glutei sodi, prima che Ilyas si accorga di lui e gli lanci il flacone di doccia schiuma e cerchi rifugio dietro un asciugamano.
Gavriil ride, senza dar bado alla macchia che profuma di cocco e si apre sulla divisa all'altezza del ventre.
«Divertente, Gav, molto, molto divertente.» lo rimprovera Ilyas, fulminandolo con un'occhiata. Ma il volto imporporato dall'imbarazzo non aiuta a farlo sembrare minaccioso, né il fatto che sia più piccolo di lui d'età e di stazza.
«Eddai, perché sei così arrabbiato?»
«Odoro della tua torta di compleanno
«Gnam~» si lecca le labbra in quella malizia spigliata che Ilyas un po' odia e un po' invidia. Lo raggiunge, il passo felpato, elegante anche nella sua posa militare, e le mani che prendono confidenza con i suoi fianchi, invadendo sfacciato il suo spazio personale «Pensa positivo, farai venire l'acquolina in bocca anche al Sommo Lænton e potrai chiedergli di mangiarti
L'espressione di Ilyas mentre annaspa nell'imbarazzo lo ripaga del pugno in faccia che lo colpisce subito dopo.

In piedi, davanti alla prima linea di guardie personali di Metacomet, Ilyas vorrebbe sprofondare. Lo sferragliare delle armature si è fermato da un pezzo nella sala del palazzo di Tanit, in cui sono stati ricevuti per essere presentati al Sommo Priore e a suo marito.
Ilyas li guarda procedere lungo la navata, superando uno ad uno i Quattro Generali e i loro rispettivi eserciti.
Ma cocco è il profumo che Lænton respira nell'aria quando passa davanti a lui, e i suoi occhi si posano stupiti - affamati - in quelli rossi del giovane albino. Non è che un attimo, un arricciarsi delle labbra in un sorriso quasi invisibile, ma tanto basta perché il cuore di Ilyas si fermi.
Cocco, da ora in poi, sarà il doccia schiuma preferito di Ilyas.