?

Log in

No account? Create an account
 
 
16 October 2015 @ 07:16 pm
[Sense8] In the eye of the hurricane  
Characters: Will Gorski; Wolfgang Bogdanow; Lito Rodriguez
Pairing: WolfgangxWillxLito;
Rating: NC-17
Genre: Introspettivo; Erotico;
Words: 421
Warning: slash; pwp; threesome;

Prompt di: Hiromi Chan ~ Ma una bella orgia mentale Wolfgang/Will/Lito la posso chiedere? *w*
Scritta per la Drabble Weekend 19/09-20/09 2015 @We are out for prompt


È grato che accada quando è solo a casa, con le sirene in lontananza che riempiono le strade di Chicago, il passaggio del treno che fa tremare i vetri di una finestra spalancata e le lenzuola accartocciate tra le gambe per il troppo caldo.
Inizia con la carezza fredda di un'aria pungente e quella più bollente di una mano callosa stretta intorno alla sua erezione; Will incurva la schiena, spalanca la bocca e sgrana gli occhi in una stanza che non è più la sua e non si trova più nemmeno a Chicago.
Dietro di lui – che in qualche modo assurdo di cui ancora non è riuscito a darsi spiegazione, è anche dentro di lui, se non lui stesso – la risata beffarda di Wolfgang lo accoglie nel suo mondo, dove le coperte sono ruvide e l'odore di polvere da sparo, birra e sigaretta si mescola a quello di un bagnoschiuma poco costoso.
«Ben arrivato, Paladino.» ci sono spigoli ovunque nelle sue parole, in un accento tedesco che sembra volerlo aprire in due. Gli stessi occhi azzurri di Wolfgang, socchiusi in due lucidi spiragli, lo guardano con quell'intento e le dita si chiudono più forte intorno al membro, sentendo nel palmo il pulsare delle vene.
Will annaspa alla ricerca d'aria.
«Questa cosa inizia a diventare–»
«Piacevole.»
La voce di Lito è una colata di cera bollente direttamente nei timpani.
«Assurda. Volevo dire assurda.»
Lito scrolla le spalle, ma basta uno dei suoi sorrisi e la stanza si scioglie intorno a Will o è Will a sciogliersi, quando le mani dell'attore lo afferrano per i fianchi e il suo corpo gli è sopra, disteso su quello dei due.
È uno scontrarsi di erezioni tese, che gli si strofinano addosso, lasciando scie umide di liquido prespermatico lungo la sua pelle o a macchiare la sua mente.
La mano di Wolfgang si muove più veloce, gioca con lui, portandolo sull'orlo dell'amplesso e poi tirandolo indietro e le dita di Will lo assecondano, rallentano, tremano e aspettano finché il tedesco non riprende a stringerlo, dalla base fino alla punta. Un sali e scendi frenetico, intervallato dai baci schioccanti di Lito che si depositano lungo la curva dell'inguine.
L'aria calda di Chicago si scontra con le correnti fredde di Berlino e si spezia dei venti di Città del Messico; è come trovarsi nel mezzo di un ciclone: non c'è nulla che Will possa fare, se non abbandonarsi completamente, in un getto denso e caldo che gli bagna la mano e ne trascina via la mente.
 
 
Current Mood: blahblah
Current Music: Eye Of The Hurricane - Me in Motion