?

Log in

No account? Create an account
 
 
19 September 2015 @ 05:24 pm
[The Avengers Rps] Ready - Set - Sex  
Characters: Tom Hiddleston; Sebastian Stan; Chris Hemsworth; Chris Evans;
Pairing: ChrisxSebastianxChrisxTom
Rating: Nc-17
Genre: PWP
Warning: slash; foursome; lemon;
Words: 686
Prompt di: Gaia Riddle Gold ~ Chris Evans/Sebastian Stan/Chris Hemsworth/Tom Hiddleston: Un set cinematografico e tanto pathos.
Disclaimers: Gli attori appartengono a loro stessi.
Scritta per il Porn Day della Winter is Coming Week @We are out for prompt


Sulle facce di tutti – tutti tranne Sebastian, ovviamente – c'è dipinta la confusione. Nessuno di loro – nessuno a parte Sebastian, ovviamente – sa come siano arrivati a quel punto.

Il letto non è abbastanza per ospitare quattro corpi, cigola sotto il peso di muscoli duri, spalle larghe e gambe lunghe – quelle di Hemsworth, poi, sono infinite. Sebastian non sembra volerci far caso { A me sembra che ci stiamo benissimo. } mentre se ne sta in piedi sul materasso e disinvolto ondeggia i fianchi, davanti agli occhi spalancati degli altri tre uomini.

«Il nocciolo della questione non era se ci stessimo, sweetheart, quanto il fatto che si tratta di un set e nessuno di noi dovrebbe trovarsi qui. Non te ne sei dimenticato, vero?» chiede Tom. Si trova nel mezzo, schiacciato tra i due Chris e, come loro, poggia la schiena alla testiera del letto, seduto per godere da quel posto d'onore di tutto ciò che Sebastian mette in mostra. E con tutto si intende Davvero Tutto.

«Ha ragione Tom, sweetheart.» Cantilena Evans e ne imita l’accento inglese in quel modo adorabile che ha di chiamarli, ma che sulla sua bocca fallisce, incartato da una mezza risata.

Tom lo guarda, occhi blu – di un blu che non è lo stesso di quello di Chris, né di quello di Hemsworth o di quello di Sebastian – che lo redarguiscono in silenzio e, perfino in quello, l’attore riesce a mantenere il suo charme di principe (di Asgard. Delle fan. Dell'Inghilterra. Comunque la si metta di qualcosa).

Evans gli sorride, sulle labbra l'innocenza di un Capitano a stelle e strisce, ma Tom sa che né lui né quel capitano sono poi così innocenti – Chris, almeno, no di certo, anche perché una delle due mani che continuano a carezzare le cosce dell'inglese è proprio la sua.

«Giuro che non voleva essere una presa in giro.»

«Non insultare la mia intelligenza.»

L’indice sollevato di Tom è lungo, affusolato e posa alle labbra di Chris; il biondo ne bacia il polpastrello prima di baciare lui e ridergli in bocca. Allunga il braccio di lato, invitando Sebastian a farsi finalmente più vicino – addosso a tutti e tre, in quel suo modo vizioso con cui sembra sempre voler sedurre qualunque essere vivente.

Dall'altro lato di Tom, la mano calda di Hemsworth sale e scende lungo l'erezione dell'inglese, massaggiandola con una lentezza che lo sta intimamente uccidendo, pur senza ottenere nessun suono dalle labbra che ingoiano gemiti e boccate d’aria { E che cazzo, accidenti a te e al tuo autocontrollo da inglese, Tommy! }, e la sua bocca ne dissemina di baci schioccanti il petto.

«God…» il primo vero ansimo di Tom viene ingoiato dalla bocca di Evans che, a sua volta, non smette di dargli tregua, nemmeno quando la lingua di Sebastian si aggiunge, lecca le loro labbra e le loro guance in una lascivia indecente, quasi fossero un assaggio, prima di banchettare con i loro corpi.

«Sì~?» chioccia Hemsworth. Chioccia. Lui. Con la sua voce profonda, in un risultato che è più ridicolo di quanto avrebbe voluto.
Evans e Stan ridono, le loro risate si fondono insieme – e non solo le loro risate – e Tom si volta per essere lui, questa volta, a tappare la bocca dell'australiano.

«A proposito»

Un brivido di piacere si dipana lungo la colonna vertebrale di tutti quando Sebastian parla, ansima e tiene la bocca aperta. Jesus Christ!, quello stronzetto lo fa apposta a tenerla spalancata come una puttana, e se Evans non avesse già la propria erezione seppellita tra le sue natiche, lo scoperebbe fino alla morte. «...chi si offre di consegnare le lenzuola sporche allo staff, dopo?»
Per un unico attimo, gli altri tre si fermano per guardarlo.

Non è facile rimanere impassibili davanti ai capelli spettinati che diversamente dal solito riempiono di corti rivoli castani la fronte, alle labbra di un rosso scandaloso e allo sguardo liquido, ma per quanto nessuno di loro – nessuno a parte Sebastian, ovviamente – sappia come ci sono arrivati sino a quel punto, la risposta è la stessa per tutti:

«Tu!»
 
 
Current Mood: apatheticapathetic