?

Log in

No account? Create an account
 
 
14 February 2015 @ 08:00 pm
[Fairy Tail] Jealousy  
Characters: Fuyuki H. Roodobin {OC} ; Ares Waruses {OC};
Pairing: FuyukixAres {oneside - sort of};
Rating: PG
Genre: Introspettivo;
Words: 379
Prompt: Anello;
Disclaimers: I personaggi di Fuu e Leo appartengono a me (e sì, seppure Leo ha il ruolo di Spirito Stellare del Leone, non è il Loki di Fairy Tail), quello di Ares appartiene al suo player. Tutti e tre sono stati creati per il gdr di Fairy Tail.
L'ambientazione di Fairy Tail appartiene a chi di diritto.
Scritta per la 4° Settimana del Cow-t5 @maridichallenge



Quando Ares sfiora l'anello al collo di Fuyuki, un'ombra scura attraversa il mare cremisi dei suoi occhi. Forse è gelosia - anche se la Manipolatrice dell'acqua si convince che non può essere, perchè Ares non è geloso, non di lei, almeno -, ma qualsiasi cosa sia svanisce in un lampo e viene sostituito da un grugnito.
Allontana la mano in fretta, come se si fosse scottato.
«E questo?» domanda secco, infilandosi una sigaretta in bocca che accende con la punta dell'indice, senza nemmeno il bisogno di concentrarsi per dar vita alla piccola fiammella sulla punta del dito.
Fuyuki sbianca e si rende conto che Ares non abbia mai visto, prima di allora, il suo anello - che non è davvero suo, ma appartiene a Leo.
«Ehm...» balbetta, stringendosi nelle spale alla ricerca di una scusa che non ha. Sanno entrambi quanto sia brava a mentire - non per niente è la truffatrice numero uno di Fairy Tail e, forse, dell'intera città di Magnolia - e inventare scuse, ma è la prima volta che, invece, sta pensando di dire la verità.
Che stupida.
«Non te l'avrà regalato qualcuno?» L'ironia che Ifrit vorrebbe mettere nella domanda è diventata così vaga che la ragazza nemmeno la nota, sente invece di nuovo quella nota stonata, quel digrignarsi dei denti intorno al filtro della sigaretta e forse, forseforseforse, Ares è davvero geloso. Forse, forseforseforse, dovrebbe metterlo alla prova, in fondo, che male ci sarebbe?
«S-sì?» azzarda, in un tentennare che nasce davanti all'occhiata inceneritrice del più grande che spegne immediatamente ogni suo tentativo di sorridere spavalda o fare battute idiote sul fatto che tutti dovrebbero amarla solo perchè è lei. E Ares ingoia la sua risposta in silenzio, serra il pugno e indurisce i lineamenti di un volto in cui le cicatrici sembrano farsi perfino più scure sulla pelle altrimenti chiara.
Ci vuole un po' perchè torni a muoversi più più naturalezza, per quanto lo scrollo delle spalle sia piuttosto rigido, così come il voltarsi per incamminarsi oltre le porte della locanda in cui si sono fermati la notte, insieme a Deirdre e Kuro.
«Chiunque sia stato, dev'essere uno sfigato.» borbotta, ma, anche se un po' le fa male - più di quanto vorrebbe - Fuyuki riesce a vederla chiaramente, la gelosia del ragazzo.
 
 
Current Mood: anxiousanxious
Current Music: Can't pretend - Tom Odell